La raccolta fondi proposta in occasione di Avvento e Natale 2018 in favore del progetto Lucma – Operazione Mato Grosso ha permesso di acquistare un filtro a osmosi per purificare l’acqua che bevono i ragazzi e tutti quelli che vivono nella casa di Lucma in Perù.

Con lo stesso spirito solidale prosegue pertanto la collaborazione tra l’Area Socio Educativa, la Formazione Professionale del Villaggio del Ragazzo e l’Istituto Comprensivo di Cogorno in favore del progetto Lucma come opportunità il periodo pasquale.

Ecco le nuove attività di sostegno per il progetto:

  • bottiglie di raccolta fondi 1 centesimo per Lucma, “dono fresco di alta qualità” (se ne trova una anche nella portineria del Centro San Salvatore)
  • offerte per oggetti pasquali, realizzati dagli alunni della Scuola Primaria e Secondaria del plesso Villaggio
  • torneo di Dodgeball per Lucma, organizzato dalla Formazione Professionale del Centro San Salvatore

Inoltre, in occasione della Settimana della Musica, il prossimo venerdì 17 maggio 2019, in piazza Aldo Moro a San Salvatore di Cogorno si terrà uno spettacolo organizzato dalla Scuola Secondaria e Primaria Villaggio con la proiezione e commento di un filmato che illustra l’evolversi dell’attività della scuola di Lucma.

PROGETTO LUCMA – OPERAZIONE MATO GROSSO

Così, durante un incontro tenuto al Centro San Salvatore lo scorso dicembre 2018, il collega insegnante della Formazione Professionale Danilo Roccati illustra il progetto nel dettaglio:

«Siamo Danilo e Giulia, siamo sposati dal 2012 e abbiamo tre bambini: PietroGioele ed Elia. Abbiamo la fortuna, anche grazie a tanti amici, di andare a vivere in Perù per 2 anni nella regione di Cusco, nel paesino di Lucma, dove, poco distante dalle zone abitate, vivono ancora famiglie dove la luce non arriva e, a volte, neanche la strada. L’economia è ancora quella rurale e agricola, fatta di gesti semplici e ripetitivi, di lavoro duro.

Qui apriremo una scuola per falegnami (taller), una scuola riconosciuta dallo Stato, che possa dare lavoro ai giovani della valle, e una speranza di futuro che per loro non sia solo nelle grandi città, dove spesso si perdono. Una scuola che vuole essere una famiglia, e insieme un cammino per crescere ed educare a ciò che di fragile, ma prezioso, stiamo perdendo.»

COME CONTRIBUIRE AL PROGETTO

A chi vuole sostenere il progetto viene proposta l’adozione di uno di questi 30 bambini a 30 euro al mese (€30 l’anno).

Sarà possibile farlo nei seguenti modi:

  • Contattando la referente Monica al tel. +39 329 3986338
  • Tramite IBAN IT 46 O 02008 13202 000010277292 (Causale: “Danilo e Giulia Lucma”)
  • Tramite PayPal: danilogiulialucma@gmail.com – raccolta fondi PayPal: https://bit.ly/2PxqmIc

Conclude e ringrazia Danilo Roccati, insieme a Giulia, Pietro, Gioele ed Elia:

«Noi ci proponiamo di tenervi aggiornati, con la maggiore frequenza possibile, sul ragazzo che viene sostenuto attraverso la donazione e sull’andamento della scuola. Grazie dell’aiuto che potrete darci a mantenere i ragazzi e la scuola per questi due anni!»