Mostra interattiva progetto Web (In)dipendente al Centro Giovani Chiavari

Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

Il Comune di Chiavari e il Centro Giovani Chiavari, in collaborazione con la Cooperativa Orso e Cooperativa Stranaidea di Torino, titolari del progetto finanziato dalla Presidenza del Consiglio, organizzano l’iniziativa WEB (In)dipendente.

Si tratta di un percorso rivolto alla cittadinanza, con particolare riferimento agli studenti delle classi prime, seconde e terze degli Istituti Secondari di Secondo Grado e agli insegnanti, che mira a sviluppare una conoscenza e un uso consapevole dell’ambiente web e delle nuove tecnologie.

Il progetto si articola in tre momenti: una mostra interattiva attraverso la quale i ragazzi, guidati dagli educatori, potranno compiere esperienze interattive e originali, che consentiranno loro di riflettere in modo concreto e creativo sull’ambiente web, sulle tecnologie e sul loro modo di utilizzarle, un laboratorio di approfondimento rivolto a insegnanti, educatori e genitori e uno spettacolo teatrale aperto all’intera cittadinanza.


Questi i dettagli dell’iniziativa:

  • MOSTRA INTERATTIVA dal 26 al 29 marzo 2019 (orario 9:00/13:00 e 14:00/18:00) presso il Centro Giovani Chiavari (Viale San Pio X 26, Chiavari)
  • LABORATORIO INFORMATIVO PER EDUCATORI E INSEGNANTI mercoledì 27 marzo 2019 dalle ore 17:30 alle 19:30 (Via Rivarola 17, Chiavari)
  • SPETTACOLO TEATRALE lunedì 15 aprile 2019 ore 18:00 presso l’Auditorium San Francesco (Piazzale San Francesco, Chiavari)

La mostra potrà essere visitata da un totale di 24 classi ripartite tra gli istituti presenti nel territorio del Distretto Socio-Sanitario n°15.

Per quanto riguarda il Laboratorio Informativo verrà richiesta ai partecipanti un’iscrizione preventiva, da inviarsi all’indirizzo mail labweb@comune.chiavari.ge.it.

Così dichiara l’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Chiavari Fiammetta Maggio:

«Siamo davvero contenti che per la nostra regione le Cooperative Orso e Stranaidea abbiano individuato Chiavari. Il progetto nello specifico prevede azioni e gesti concreti, che ogni singolo studente sarà chiamato a realizzare all’interno della mostra interattiva. Il progetto non è risolutivo del problema, ma mi aspetto che ponga le domande giuste a ragazzi e adulti: il fine non è il rifiuto del mezzo, ovvero il web, ma che ciascuno impari ad usarlo secondo le proprie inclinazioni, consapevoli di quanto di noi stessi rimanga dentro la rete. Compito principale dell’amministrazione comunale è promuovere questo tipo di iniziative per tutte le scuole secondarie di secondo grado presenti sul nostro territorio».

«È una bella soddisfazione ospitare questa iniziativa, soprattutto per i ragazzi che potranno riflettere sul loro rapporto con le nuove tecnologie in modo creativo e divertente. Continua l’impegno in materia di politiche giovanili a favore dei ragazzi e dei giovani della nostra comunità», chiude Fulvio Di Sigismondo, Coordinatore Politiche Giovanili DSS n°15.