Con il Messaggio per la 3ª Giornata Mondiale dei Poveri, Papa Francesco ci aiuta ricordandoci che «I poveri acquistano speranza vera quando riconoscono nel nostro sacrificio un atto di amore gratuito […] Certo, i poveri si avvicinano a noi anche perché stiamo distribuendo loro il cibo, ma ciò di cui hanno veramente bisogno va oltre il piatto caldo o il panino che offriamo. I poveri hanno bisogno delle nostre mani per essere risollevati, dei nostri cuori per sentire di nuovo il calore dell’affetto, della nostra presenza per superare la solitudine. Hanno bisogno di amore, semplicemente. […] Per un giorno lasciamo in disparte le statistiche; i poveri non sono numeri a cui appellarsi per vantare opere e progetti. I poveri sono persone a cui andare incontro.»

Perciò andiamo incontro a chi è più povero impegnandoci per «rafforzare in tanti la volontà di collaborare fattivamente affinché nessuno si senta privo della vicinanza e della solidarietà» (dal messaggio di Papa Francesco per la 3ª Giornata Mondiale dei Poveri 2019).

Proponiamo a tutti di partecipare alla Colletta Alimentare, gesto semplice di straordinaria solidarietà e carità.

INFORMAZIONI SULLA COLLETTA ALIMENTARE

Cosa è la Colletta?

La Giornata Nazionale della Colletta Alimentare (GNCA) è il gesto di carità annuale che ricorre l’ultimo sabato di novembre. La Colletta permette a milioni di italiani di aiutare concretamente i poveri del nostro Paese condividendo così i bisogni primari di chi è emarginato.

Perché la Colletta non viene organizzata più volte l’anno?

Perché l’organizzazione di un grande gesto di carità popolare implica un impegno di tempo, spazio e umanità unici. Va chiarito che l’attività tipica della Rete Banco Alimentare è volta al recupero quotidiano delle eccedenze da Unione Europea, industrie alimentari, GDO, ristorazione organizzata.

Chi organizza la Colletta?

La Colletta è un evento promosso e organizzato dalla Fondazione Banco Alimentare Onlus e Federazione Impresa Sociale Compagnia delle Opere in collaborazione con altre organizzazioni quali A.N.A. (Associazione Nazionale Alpini), Società San Vincenzo De’ Paoli e Associazione Nazionale Bersaglieri.

Cos’è il Banco Alimentare?

La Rete Banco Alimentare è un’Opera di Carità costituita da 21 Associazioni/Fondazioni presenti su tutto il territorio nazionale, coordinate dalla Fondazione Banco Alimentare Onlus, con sede a Milano.

Qual è l’attività della rete Banco Alimentare durante l’anno?

La Rete Banco Alimentare recupera dal 1989 in Italia alimenti ancora integri e non scaduti che sarebbero però destinati alla distruzione perché non più commercializzabili. Salvati dallo spreco, riacquistano valore e diventano ricchezza per chi ha troppo poco.

Le fonti di approvvigionamento sono:

  • Unione Europea
  • industria
  • grande distribuzione organizzata ristorazione
  • Giornata nazionale della Colletta Alimentare
  • altre collette aziendali

Nel 2018 sono state recuperate 90.411 tonnellate di eccedenze alimentari di cui 8.200 tonnellate durante la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Sono stati recuperati 577 tonnellate tra cibo cotto, pane e frutta dalla ristorazione organizzata, mense aziendali e mense scolastiche. Ogni giorno tali alimenti vengono ridistribuiti gratuitamente a 8.042 strutture caritative che aiutano circa 1.585.000 poveri in Italia.

 Il cibo viene dato all’estero/paesi del Terzo Mondo? A chi vanno gli alimenti raccolti?

No, gli alimenti raccolti sono destinati ad Enti che assistono i bisognosi in Italia. Anche nel nostro paese esiste il problema della povertà alimentare.

Quali tipologie di strutture caritative vengono sostenute?

Ogni Associazione Banco Alimentare locale gestisce autonomamente i rapporti con gli enti della propria regione. Tipologia di strutture convenzionate: enti che si occupano di assistenza domiciliare a famiglie povere o ad anziani, comunità di accoglienza per ragazze madri, bambini, comunità di recupero per tossicodipendenti, comunità alloggio per malati, portatori di handicap, mense per i poveri, centri di accoglienza per extracomunitari, …

Durante la Colletta è possibile effettuare donazioni in denaro?

No, nel giorno della GNCA si raccolgono alimenti ma è possibile sostenere le attività della Fondazione Banco Alimentare Onlus nei seguenti modi:

  • aderendo alla campagna SMS nelle modalità descritte nel vademecum e sul materiale pubblicitario della GNCA
  • sostenere direttamente il Banco Alimentare in Liguria facendo donazioni all’Associazione Banco Alimentare della Liguria Onlus tramite:
  • il CCP 67198374 intestato a Associazione Banco Alimentare della Liguria Onlus
  • il c/c bancario n°21010/80 presso Banca Carige (ag 49) – IBAN: IT77D0617501594000002101080 carta di credito o Paypal dal sito bancoalimentare.it/it/liguria

Come si fa a ricevere l’aiuto alimentare del Banco Alimentare?

È sufficiente contattare telefonicamente o tramite mail la sede dell’Ass. Banco Alimentare più vicina e richiedere di essere messi in contatto con le strutture caritative convenzionate più adeguate al bisogno di chi chiede aiuto.

Come posso fare il volontario?

Bisogna contattare telefonicamente o mezzo mail il Banco Alimentare della Liguria (Via G. Morasso 12, Genova Bolzaneto; tel. +39 010 7261996; email: colletta@liguria.bancoalimentare.it) rendendo nota la propria disponibilità a collaborare.

CONTATTI

Per qualsiasi informazione, si può trovare tutto sul sito  www.bancoalimentare.it e sulla pagina Facebook della Fondazione Banco Alimentare.

Gli organizzatori hanno bisogno di volontari che si prestino per la raccolta presso i supermercati. Per i giovani sono previsti anche crediti formativi.


Fonte: Ufficio Stampa Fondazione Banco Alimentare